Chirurgia

Specialista di riferimento: Dott. Guido Delorenzi

Chirurgia

Le problematiche di cui si occupa la chirurgia orale sono varie.
Presentiamo ora brevemente ciò che ogni giorno, nello studio GD, eseguiamo con la migliore efficienza garantita.

Avulsioni dentarie – denti del giudizio

Avulsioni dentarie

Asportazione di un dente che si pratica quando si dimostrano insufficienti tutti i trattamenti di conservazione del dente compromesso dalla carie o eccessivamente mobile per parodontopatia, oppure si rende necessaria per l’applicazione di protesi o per motivi ortodontici ecc.

Nello studio dentistico GD Si eseguono avulsioni dentali con tecniche delicate a bassa invasività quali Piezo-surgery.

Avulsioni di denti del giudizio

L’estrazione dei denti del giudizio può essere eseguita a fini preventivi o curativi.

Nel primo caso, un dente del giudizio può essere rimosso per salvaguardare la corretta posizione e il giusto allineamento degli altri denti.

Un’estrazione precoce dei denti del giudizio può essere raccomandata dal dentista per limitare eventuali rischi e complicanze che potrebbero invece sorgere rimuovendo un terzo molare già completamente formato durante l’età adulta.

A scopo terapeutico, invece, l’estrazione dei denti del giudizio si rivela inevitabile nelle seguenti circostanze:

  • Affollamento dentale;
  • Corrosione del dente adiacente;
  • Grave infezione al dente;
  • Inclusione ossea infiammazione gengivale;
  • Pericoronite dentale;
  • Rottura o scheggiatura del dente del giudizio.

Le tecniche a bassa invasività da noi adottate consentono il rispetto delle funzioni del nervo mandibolare onde evitare invalidanti parestesie o ipoestesie post operatorie.

Apicectomie

Apicectomie

L’apicectomia è una tecnica chirurgica che si rende necessaria in tutti quei denti che presentano granulomi non curabili attraverso la semplice devitalizzazione (riempimento canalare). Essa prevede due passaggi fondamentali:

  • Rimozione dell’apice di una radice dentale gravemente infettato da batteri.
  • Riempimento della cavità radicolare aperta con un materiale biocompatibile.
Frenulectomie

Frenulectomie

Per frenulectomia s’intende la rimozione chirurgica di un frenulo attraverso l’incisione dello stesso; esistono due tipologie di frenulectomia:

Frenulectomia Labiale  –  si intende il riposizionamene più apicale (verso l’alto) del frenulo, un intervento che, quando indicato, porta ad ottenere risultati estetici migliori.  L ’intervento è indicato ogni qual volta la presenza di un frenulo labiale superiore anormale  è causa dell’esistenza di un diastema (spazio fra 2 denti) tra gli incisivi superiori.

Per frenulotomia linguale s’intende l’asportazione del frenulo che impedisce al paziente, nei casi più gravi, di toccare il palato con la lingua. Il frenulo corto è un’anomalia congenita. Non rappresenta una vera e propria patologia, piuttosto costituisce un’anomalia anatomica che può provocare notevoli ripercussioni sulla parola, poiché, essendo la lingua in pratica ancorata al pavimento linguale, viene impedita la sua protrusione oltre i denti incisivi.

Cisti

La cisti del dente è una complicanza tipica della necrosi pulpare, a sua volta indotta da traumi, carie profonde o pulpiti.

Cisti dentarie radicolari (circoscrive l’apice di un dente avente polpa dentaria necrotica e canale radicolare infetto) ,

Cisti follicolare (si formano attorno alla corona prima che il dente completi la sua eruzione dalla gengiva)

Cisti paradentarie (Sacca di origine patologica che cresce lateralmente alla radice di un dente oppure tra due elementi dentari attigui)

La chirurgia che viene eseguita dalla nostra equipe per far fronte a queste patologie è svolta con l’ausilio di tecniche a lama fredda con Piezo-surgery , in relazione alle necessità operatorie di ogni singolo caso.            

Rialzo seno mascellare

Rialzo di seno mascellare

Si parla di “rialzo di seno mascellare” per indicare una pratica chirurgica che determina un aumento di volume osseo nell’arcata superiore della bocca. Esso si rende necessario quando non è possibile inserire in modo tradizionale gli impianti (ad esempio nel caso in cui l’interfaccia fra tessuto osseo e impianto non dia un sostegno funzionalmente sufficiente all’impianto stesso) e si ha bisogno di volumi ossei più adeguati affinché gli impianti che sono inseriti abbiano una lunghezza e un diametro sufficienti. Il termine “rialzo di seno” è dovuto proprio al fatto che i seni mascellari vengono spostati in alto dal ripristino dei volumi ossei, con materiali osteoconduttori o biomateriali.

Innesti di tessuti molli

Gli innesti di tessuti molli si usano per coprire le radici scoperte e per creare tessuto gengivale dove si è perso con l’eccessiva retrazione gengivale.

 

Aumenti ossei

I trattamenti chirurgici di aumento osseo si realizzano quando la malattia parodontale ha raggiunto uno stadio avanzato. Quando il tessuto osseo di sostegno è distrutto, è necessaria una procedura di rigenerazione. Attraverso la rigenerazione ossea e gengivale è possibile rimediare al disastro.

I benefici di questi metodi includono l’eliminazione completa dei batteri esistenti e la rigenerazione dell’osso e del tessuto molle, aiutando la riduzione delle tasche più profonde e la riparazione del difetto.

Attraverso l’igiene orale domiciliare corretta e le cure professionali periodiche, aumenterà la possibilità di mantenere i denti naturali nelle arcate.

          

Chiedi un appuntamento

Prenota una visita presso di noi! Scrivi all’indirizzo [email protected], chiamaci allo 030.2523222 oppure compila il modulo qui sotto, sarai ricontattato il più presto possibile.





Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi del Regolamento Ue 2016/679 - GDPR